Anniversari e conseguenze

E’ passato da poco il terzo anniversario dell’abbattimento della storica cisterna della Diatto/Snia (per chi non se lo ricorda c’è un video qui sotto).

Nel giorno stesso dell’anniversario c’è stato il primo turno delle elezioni comunali di Torino, che non sono andate come nei desideri di chi ha voluto l’abbattimento. Una volta la chiamavano nemesi storica: 5 giugno 2013 Piero il tristo abbatte non democraticamente la diatto, 5 giugno 2016 i torinesi che non dimenticano danno un grosso colpo al seggio suo (e di chi l’ha voluto al comando). A 168 anni di distanza gli statunitensi ancora si ripetono “ricordatevi di Alamo”, chissà che in alcune stanze che non sono più botteghe ma restano oscure tra qualche anno ci si ripeta “ricordatevi della Diatto”.
Solo ipoesi, certo, ma in questi giorni dalle parti di via Frejus si sente risuonare una filastrocca
CHI HA ABBATTUTO LA DIATTO-SNIA
NON LO VOTA NEANCHE SUA ZIA
E IN QUESTI GIORNI DI FOLLIA
STREGA CHIARA LO PORTA VIA

This entry was posted in General and tagged , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *