Di chi è questo cantiere?

SONY DSCIeri il consiglio aperto in 3° circoscrizione non ha sciolto nessuno dei nostri dubbi, ma ne ha aperti altri.
Per l’ennesima volta abbiamo dovuto assistere al siparietto che ci propone l’amministrazione comunale, questa volta nei panni dell’assessore Lo Russo, da ormai più di 2 anni: mistificazioni ( sospensione dei lavori di bonifica per occupazione!!!), confusione (le pratiche sono in ordine anzi no manca la convenzione con i privati) e puro disinteresse della salute e degli interessi dei cittadini residenti, a cui si contrappone la crisi edilizia che ha “obbligato” il privato ad abbandonare i lavori a metà! Abbiamo la conferma che gl’interessi economici vengono anteposti ai problemi dei cittadini.
Per fortuna qualche informazione ci è stata data dai tecnici dell’Arpa, i quali confermano che i lavori di bonifica non sono stati completati e siamo più o meno alla metà dei lavori, che si sono bloccati per problemi economici della proprietà. L’incognita della sospensione/chiusura del cantiere pone problemi rilevanti alla salute, poiché essendoci ancora materiali pericolosi essi vanno tenuti sotto osservazioni e preservati dall’azione degli agenti atmosferici. Ma se queste misure cautelari non vengono rispettate e rinnovate, in uno stato di abbandono del cantiere vi saranno probabili dispersioni di polveri sottili di vario genere e inquinamento della falda.
Un campanello d’allarme non da poco quello a cui hanno messo di fronte i partecipanti al consiglio aperto i tecnici dell’Arpa, che ringraziamo per la chiarezza anche nel ricordare all’assessore che il comune ha la facoltà di sollecitare il privato a far riprendere i lavori per il benessere pubblico.
Ha questa facoltà, ma l’assessore pare avere un’amnesia quando il pubblico gli chiede a gran voce quando saranno ripresi i lavori di bonifica.
Già quando riprenderanno i lavori di bonifica fermi a metà dell’opera?
L’assessore non ha voluto rispondere a questa domanda, ma si è profuso nuovamente in promesse di partecipazione della cittadinanza, tramite però i rappresentanti istituzionali della circoscrizione, per decidere il futuro dell’area; si è anche impegnato a contattare la proprietà per aprire questo percorso, nonché di ri-partecipare ad un consiglio aperto sulla questione Diatto a settembre.
Perciò l’attendiamo assessore e le ricordiamo che noi chiediamo l’immediata ripresa dei lavori di bonifica fino al completamento della stessa, la messa in sicurezza della parte dell’area ancora di proprietà pubblica e sottoposta a vincolo e l’apertura di un percorso partecipato per decidere il futuro dell’area.
Non ci pare di chiedere la luna né di scrivere di questioni incomprensibili!!!

Video della seduta

This entry was posted in General and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *